AMBIENTE E ISTRUZIONE: Sai quali sono i Corsi di laurea Green?

AMBIENTE E ISTRUZIONE: Sai quali sono i Corsi di laurea Green?

Tanti ragazzi, anche in Italia, si sono lasciati trasportare dall’onda verde che è montata negli ultimi mesi.

Sulle orme di quanto fatto da Greta Thunberg, si sono riversati in piazza in più di un’occasione per mostrare al mondo quanto le nuove generazioni tengano al bene del Pianeta.

Ma, per qualcuno, l’impegno potrebbe non esaurirsi con le proteste. Ci sono mille modi per difendere l’ambiente.

Uno di questi è studiare i sistemi per proteggere fattivamente, in prima persona, il nostro eco-sistema. Come farlo?

Frequentando un corso di laurea ‘green’. Ormai sono sempre di più le università che offrono percorsi di questo genere. Skuola.net ne ha selezionati alcuni.

Corso di Laurea in Sistemi agricoli sostenibili – Università degli Studi di Brescia
Questo corso di laurea, della durata di tre anni, ha lo scopo di formare Agronomi che possano realizzare nel campo della produzione vegetale e animale soluzioni produttive sostenibili ed efficienti. Per puntare, tra le altre cose, al miglioramento delle pratiche di gestione delle risorse (suolo, acqua, aria, energia).

Economia dell’Energia e dell’Ambiente – Università degli Studi di Ferrara
Questo corso di studi, sempre triennale, ha l’obiettivo di fornire una visione dei sistemi economici e delle relazioni economiche fra imprese, individui e territorio che si fonda sulla consapevolezza dei fabbisogni fondamentali e delle declinazioni ambientali di ogni scelta individuale o collettiva per il loro soddisfacimento. Una particolare attenzione, inoltre, viene posta al concetto di “Impronta Ambientale”, legata Bilancio Energetico&Ambientale.

Ingegneria dell’Ambiente per lo Sviluppo Sostenibile – Università degli Studi La Sapienza di Roma
Anche nell’ambito dell’ingegneria sono presenti diverse lauree green, questa in particolare è un laurea magistrale in Ingegneria dell’Ambiente per lo Sviluppo Sostenibile e si pone come obiettivo la formazione di una figura con un’impostazione analitica e un approccio progettuale interdisciplinari, capace di affrontare le problematiche della sostenibilità ambientale unendo le metodiche dell’ingegneria civile a quelle dell’ingegneria industriale e sapendo convivere con l’incertezza derivante dalla conoscenza dei sistemi complessi, nel rispetto del territorio e con attenzione particolare allo sviluppo sostenibile.

Agrotecnologie per l’ambiente e il territorio – Università degli Studi Milano Statale
A Milano invece un corso molto interessante è quello di Agrotecnologie per l’ambiente e il territorio, un corso che mira a formare un laureato con una preparazione interdisciplinare, che sia in grado di applicare le agrotecnologie alle molteplici problematiche connesse all’utilizzo efficiente e sostenibile delle risorse naturali, alla pianificazione e gestione fisica del territorio e dell’ambiente, al contenimento degli effetti indesiderati sull’ambiente delle attività agrarie.

Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura – Università degli Studi di Siena
Il corso nato a Siena punta a formare esperti in campo ambientale e naturalistico capaci di comprendere e affrontare la crisi ambientale che affligge il nostro Pianeta. Fornisce quindi i linguaggi fondamentali delle discipline scientifiche e le competenze più adatte per riconoscere il valore del patrimonio naturale attraverso la descrizione della biodiversità animale e vegetale.

Economia per l’ambiente e la sostenibilità – Università degli Studi di Siena
Sempre a Siena si tiene anche un corso di studi in Economia per l’ambiente e la sostenibilità.

È un corso magistrale, di durata biennale, che si propone di formare figure professionali in grado di analizzare e comprendere la dimensione economica dell’ambiente e di proporre soluzioni, a livello sia micro che macroeconomico, volte al miglioramento dei processi produttivi e di consumo.

Obiettivo del corso di laurea è formare figure in grado di trasformare le sfide che i problemi ambientali pongono in opportunità, attraverso conoscenze tecniche avanzate basate su un approccio multidisciplinare.

Master in Turismo e Territorio: economia, marketing, eco-sostenibilità – LUISS
Il Master dell’Università LUISS, realizzato in collaborazione con Federturismo Confindustria e con il supporto di Roma Capitale, nasce sulla spinta delle richieste di formazione specialistica di eccellenza provenienti dalla rete d’imprese turistiche aderenti a Confindustria. Un Master che integra il carattere di interdisciplinarietà con una forte integrazione tra mondo accademico e mondo delle imprese.

Master in Green Management, Energy and Corporate Social Responsibility – Università Bocconi
Il Master in Green Management, Energy and Corporate Social Responsibility (MaGER) è un master universitario di respiro internazionale, interamente svolto in lingua inglese, rivolto a studenti e giovani professionisti interessati a costruire una carriera professionale in un ambito multidisciplinare.

Al suo interno un ruolo da protagonista è svolto dalle imprese e dalle organizzazioni internazionali, che sempre di più si stanno interessando alle pratiche migliori per svolgere il proprio lavoro nel rispetto dell’ambiente e dei territori su cui operano.

Low Carbon Technologies and Sustainable Chemistry – Università degli Studi di Bologna
Il Corso di Laurea Magistrale frequentabile presso l’ateneo bolognese si prefigge l’obiettivo specifico di formare un Tecnologo esperto in tecnologie chimiche e ambientali sostenibili e a bassa intensità di carbonio, da inserire all’interno di aziende ed enti pubblici e privati che si occupano di green e sustainable economy.

Biologia ed ecologia dell’ambiente marino ed uso sostenibile delle sue risorse – Università Federico II di Napoli

La laurea magistrale in Biologia ed ecologia dell’ambiente marino ed uso sostenibile delle sue risorse ha come obiettivi formativi qualificanti la preparazione di laureati magistrali che avranno: un’approfondita conoscenza della biodiversità marina; una profonda conoscenza delle risposte eco-fisiologiche ed eco-patologiche degli organismi marini; un’adeguata conoscenza dei fondamenti fisico-chimici e geologici delle dinamiche dell’ambiente marino; un’avanzata conoscenza delle metodiche di biomonitoraggio dell’ambiente marino.

ùA cui si affiancano adeguate competenze teorico-pratiche nelle applicazioni biomolecolari relative agli organismi marini, in particolare nei campi della farmacologia e della biomedicina. Nonché conoscenze degli strumenti informatici e bioinformatici per la gestione e la modellizzazione dei dati.

CATEGORIES
TAGS