CANZO: Un nuovo Info Point sostenibile a Gajum

CANZO: Un nuovo Info Point sostenibile a Gajum

Un punto informativo da posizionare a Gajum, dal costo di 115mila euro.

L’obbiettivo è quello di dare rilievo e impotanza ai boschi di Canzo.

La struttura, che vorrebbe realizzare il Comune di Canzo, sarebbe ubicata all’ingresso dei principali sentieri poco sotto i fontanili di Gajum in un luogo facilmente raggiungibile in auto e dotato di diverse aree parcheggio.

Il progetto di fattibilità tecnica ed economica verrà proposto al Gal per ottenere un finanziamento.

Maurizio Ratti, presidente del Parco Lago del Segrino ha predisposto la progettazione a titolo gratuito, il responsabile validazione è il geometra comunale Antonio Bruno Versace, mentre il responsabile unico del procedimento è l’architetto Alessandro Frigerio.

L’amministrazione comunale, in accordo con la Provincia di Como e con Ersaf Regione Lombardia hanno deciso di partecipare al bando del Fondo europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale.

Il Punto Informativo, sarà dotato anche di servizi igienici. Il complesso è composto da due corpi, il primo da adibirsi ad area Infopoint in un luminoso locale di 4,50 metri per 4,40 con altezza di quasi tre metri da utilizzare quale area di supporto per lo sviluppo turistico. Il secondo ad uso servizi igienici.

Il terreno da utilizzare è di proprietà della Provincia di Como, alla quale si è già chiesta una concessione contenente un diritto di superficie.

Si vuole costruire un edificio sostenibile che rispecchi e sia promotore delle eccellenze del territorio.
Sostenibile in quanto montato a secco e potenzialmente riutilizzabile, almeno la struttura e il rivestimento esterno.

CATEGORIES