ERBA: Edoardo Arrigoni (Edo), con quella faccia da erbese!

ERBA: Edoardo Arrigoni (Edo), con quella faccia da erbese!

Un uomo dietro al bancone

Oggi parliamo dell’uomo dietro al bancone per antonomasia, Edoardo Arrigoni classe 1947 per tutti “Edo”.
Ricordo sin da piccolo la sua “aplomb” i suoi modi garbati e la sua competenza, che fosse vestito da salumiere, da macellaio o da barman poco importa, lui sembrava danzare tra i prodotti e gli scaffali retrostanti al bancone.

Edo ci racconta che cominciò questa professione nel 1965 presso le Fattorie Cremasche nel negozio di Piazza Manzoni a Lecco, città che gli ha dato i natali.

A metà degli anni 70 l’arrivo a Erba al gran mercato, sotto i portici (in galleria) all’inizio degli anni ottanta il grande salto, apre in Piazza Mercato il negozio ARGI con il suo amico di sempre Giuseppe, dopo un po di tempo la grande occasione di prendere anche il Bar di fianco al negozio che da Bar Dante o Ratti diventò il Bar Torre.
Il Bar era frequentato per lo più da giovani e lui riusciva non solo a farsi rispettare, ma addirittura a farsi voler bene da questi ragazzi.
Dopo 15 anni purtroppo per scelta non sua ma dei titolari dello stabile, lo storico bar della piazza chiuse i battenti.
A questo punto Edo non si perde d’animo e si inventa la torrefazione un tipo di attività mai vista da queste parti.
Cambiano i tempi e finta quell’esperienza grazie alla sua competenza torna dietro il banco del Gran Mercato a Como, Edo ufficialmente chiude la carriera lavorativa andando in pensione.
Ma come può un uomo così abbandonare il bancone?
Infatti non lo fà ancora oggi i gestori dei supermercati della zona continuano a cercarlo.
Quindi non sorprendetevi se dietro qualche bancone vi capiterà ancora di vedere un uomo sorridente ed educato un po attempato con quella “faccia da Erbese”, anche se nativo di Lecco.

Durante l’Amministrazione Pozzoli, Edoardo Arrigoni è stato Assessore al commercio Erbese, ed ancora oggi ha a cuore la salvaguardia dei piccoli negozi di quartiere.
Alla domanda cosa proporrebbe se fosse ancora assessore al commercio a Erba?
Lui risponde: per prima cosa renderei la prima ora di sosta gratuita in tutto il centro, per invogliare le persone a fermarsi per un caffè o per fare acquisti senza dover pagare anche il parcheggio.
Anche perchè se un caffè costa 1 euro col parcheggio il prezzo sale a 1,50 o anche di più.

CATEGORIES
TAGS
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.
Powered by