I RACCONTI DEL FILOCCA: Fruscii dell’anima

I RACCONTI DEL FILOCCA: Fruscii dell’anima

Stiamo vivendo giorni duri, veramente duri e non sappiamo quando finirà. Allegria, gioia, sorrisi sembrano ormai lontani; ci è rimasta solo quella che non ci abbandona mai, la speranza… e con essa il sogno

Amici miei, compagni di sventura, sognate con me, sognate l’amore.

Fruscii dell’anima

Nubi leggere, sottili, spinte dal maestrale, passano veloci sulla faccia della luna, creando lo strano effetto di sfondo mobile.

Delicato profumo di gelsomino, forse reale, forse solo immaginato, evocato.

Sono solo sul portico della casa e tutto attorno si celebra un rito sconosciuto ed ostile: nostalgie; nostalgie dolci amare stringono il cuore.

Sensazioni indotte dall’irreale silenzio del luogo, dal timido stormire delle fronde, dalla percezione tutto attorno di uno spettrale mondo di mistero.

Il ricordo di notti magiche, lontane, affiora al richiamo del vento, or che il vento sussurra sottovoce antiche nenie di perduti amori: l’animo ne è pervaso, assapora dolcezze e con esse malinconie struggenti.

L’amore: l’Amore Senza Volto che ancora non vuol sapere di andarsene mi scuote dolcemente, mi accarezza, mi sorride triste, mi prende evocando luci/ombre nel notturno chiaroscuro, con profumi intensi, delicati, con toccanti sentori, con lievi fruscii… i fruscii dell’anima.

È il suo linguaggio ed io mi apro alle sue incantevoli lusinghe, mi abbandono a lui, gli apro l’anima, lascio che Amore si tuffi in me, che mi prenda, che mi possieda: Lui cerca ancora il mio sorriso,…ancora.. Mi abbandono a lui.

.

Una donna potrebbe ora a varcare quella soglia: la soglia di quello spazio in cui mi sono racchiuso per non pensare alla notte buia, per tenere dentro di me l’incanto. Verrebbe a me con passi leggeri, furtivi, sfiorando il suolo, avvolta solo in veli turchini, trasparenti.

Non alzerei gli occhi per guardare, saprei che è lei, anzi Lei.

Chiuderei gli occhi e nell’attesa dolcissima rimarrei immobile aspettando il bacio.

Un bacio: un momento di felicità intensa, un istante che vale l’eternità.

Lei…chissà…forse tornerà. Quando?

CATEGORIES