I RACCONTI DEL FILOCCA: L’attività del mobile in Brianza negli anni 60

I RACCONTI DEL FILOCCA: L’attività del mobile in Brianza negli anni 60

Ogni settimana una pillola di Mario Filocca che ci ha omaggiato dei suoi racconti:

Negli anni sessanta in Brianza l’attività tipica era quella del mobile:

A Meda, Lissone Cantù e un po’ ovunque si producevano mobili “in stile” nei seminterrati, sotto una tettoia, in capannoncini improvvisati.

Gli artigiani lavoravano dieci ore al giorno, festivi compresi, coprivano le spese e guadagnavano qualcosa. I commercianti facevano il prezzo, poi lo raddoppiavano e si arricchivano.

La patria dei commercianti era Seregno: soldi a fiumi senza rischi. Un assioma definiva la situazione:

“Prima de levà sü qui de Seregn n’han gemò imbruià set
(prima di alzarsi la mattina i seregnesi ne hanno già imbrogliato sette”.

C’era comunque, in tutti i campi, chi guadagnava di più senza rischi e chi guadagnava di meno, spesso troppo poco. Tutti però avevano da lavorare.

CATEGORIES
TAGS
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.