L’Artista Carla Bruschi e i “quadri che parlano”

L’Artista Carla Bruschi e i “quadri che parlano”

La nostra caccia al talento ricomincia con “il botto”, dopo qualche giorno di pausa.

Come difficilmente ci capita, oggi abbiamo a che fare con un’artista già affermata e riconosciuta da tutti per l’unicità della sua pittura.

Carla Bruschi, ci racconta che la passione per l’arte l’accompagna da sempre e che non ricorda giorno della sua vita privo di spunti creativi.

Pur avendo sempre dipinto, solo una decina di anni fa, decide di dedicarsi a tempo pieno alla sua innata passione.
Quasi sin da subito ha ottenuto grandi soddisfazioni, perchè la sua pittura nasce da forti emozioni che riesce a trasmettere con uno stile unico e molto riconoscibile.

Nel 2018 balza alla cronaca esponendo in Regione Lombardia, “Donne a perdere”, una mostra personale composta da 14 tele accompagnate da esperienze e racconti reali raccolti dalla giornalista di cronaca nera Barbara Fanaldi.

Dopo aver avuto più di 5000 visitatori, moltissime le richieste dai comuni che chiedono di poter replicare l’evento, dando vita così ad una sorta di mostra itinerante.

Il 3 marzo 2020 con l’adesione di tutte le maggiori esponenti del panorama politico italiano si sarebbe dovuta inaugurare le mostra al Parlamento Italiano, ma vista la situazione si è dovuto rinviare alla riapertura al pubblico.
Come ciliegina sulla torta è arrivata anche una lettera d’encomio del Presidente della repubblica Sergio Mattarella.

Molte anche le iniziative artistiche a risvolto sociale per raccogliere fondi a favore delle donne vittime di abusi e per non far dimenticare.
Una sua opera intitolata “Una sola umanità” è stata voluta fortemente dalla direttrice creativa della Gioielleria Bulgari che insieme a “Save the children” ha aperto una scuola di arti e mestieri a Roma, dove il quadro è stato ubicato in bella vista nell’atrio.

Una costante nella pittura di Carla è la donna, che rappresenta l’amore in ogni sua forma, il gancio trainante della vita di tutti noi.
I maggiori critici d’arte, ma anche le persone comuni, definiscono le sue opere: “I quadri che parlano“, per il forte impatto emotivo e la chiarezza dei contenuti.

Per concludere, vogliamo sottolineare quanto sia stato piacevole intervistare questa brava artista e e bella persona.

Grazie Carla

Sabrina Oriani

 

CATEGORIES
TAGS
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.