LETTERE DA ZANZIBAR: Il Sindaco che vorrei (ad Asso)

LETTERE DA ZANZIBAR: Il Sindaco che vorrei (ad Asso)

Lo so che non vivo più ad Asso.
Me ne sono andato tanti anni fa per espandere la mia sete di conoscenza e di interessi ma comunque questo non vuole dire che non vi osservo da quel fottuto buco che si chiama Web.

Io vi tengo d’occhio, mi congratulo con voi quando fate cose belle e mi incazzo quando fate cose brutte.

Molti mi dicono ma che centri tu che vivi in Africa?
Mi dispiace ma anche se io vivo in Africa ma il mio sangue è ASSESE e dunque le sorti del mio paese mi interessano, mi interessano eccome.

In questo periodo di elezioni, mi sono domandato spesso come dovrebbe essere un buon sindaco, che persona io vorrei che sia chi mi rappresentasse, come si dovrebbe comportare e come dovrebbe agire.

Da qua ne ho tratto un decalogo del “ SINDACO CHE VORREI “ .

1) Il sindaco che vorrei, dovrebbe essere una “Persona vera” e non un paraculo a convenienza.

2) Il sindaco che vorrei, deve essere una persona rispettata dagli altri per via di quello che ha fatto nella sua vita, guadagnandosi la loro stima.

3) Il sindaco che vorrei, dovrebbe essere una persona di parola e non un “ affabulatore ”.

4)Il sindaco che vorrei, dovrebbe amare il suo paese come se fosse la sua famiglia.

5) Il sindaco che vorrei, dovrebbe assolutamente avere delle competenze specifiche perché amministrare non è affatto semplice.

7) Il sindaco che vorrei, dovrebbe risolvere i problemi precedenti e non usarli per infangare chi è venuto prima di lui.

8) Il sindaco che vorrei, deve essere una persona di buon cuore pronta ad ascoltare tutti i problemi anche piccoli e non solo quelli grandi, deve parlare con la gente del suo comune e indagare sui vari problemi e modifiche che porteranno il suo comune a migliorare progressivamente.

9) Il sindaco che vorrei, deve essere presente sul territorio sempre e non solo durante la campagna elettorale.

10) Il sindaco che vorrei, dovrebbe saper ascoltare tutti i problemi e non solo quelli che interessano a lui.

Queste sono le qualità che un sindaco dovrebbe avere per essere un buon sindaco.

Stiamo attraversando un periodo storico di crisi nera, e molti dei nostri paesi hanno perso i bagliori dei tempi che furono.

Tutti sono capaci più o meno di governare in tempi floridi, molti di meno o forse pochissimi in tempi di crisi.
E’ in mezzo alla tempesta che si vede se un Capitano sa governare bene la nave e portarla sana e salva in porto. Abbandonare la nave alla “
Schettino” fregandosene del disastro della quale sei stato tu l’artefice. Scaricare le colpe sugli altri è da vili soprattutto quando eri tu ad avere l’ultima decisione.

Rivalità e dissensi in tempi bui devono essere messi da parte per il bene comune e gli asti devono quietarsi altrimenti non ci sarà evoluzione di qualunque tipo essa sia.

Come già detto ci vogliono idee fresche, e soprattutto menti fresche non abituate al vecchio, rimuovere la polvere stantia e la patina vecchia che per anni ha ricoperto come un sudario il paese, entrare in una nuova era a piedi pari e senza paura!

Chi non osa non sbaglia, ma nemmeno progredisce.

Sarebbe bello un giorno sentire dire cosi dalla gente, un po’ come una specie di leggenda:

“Un Giorno ad Asso apparve un uomo che cambiò il destino di un paese“

Enzo Santambrogio

In cerca di un sindaco ideale “
6 Gradi sotto l’Equatore
Zanzibar Tanzania
Africa

CATEGORIES
TAGS
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.