LETTERE DA ZANZIBAR: Quanto costa il paradiso?

LETTERE DA ZANZIBAR: Quanto costa il paradiso?

Ogni cosa ha un prezzo e c’è un prezzo per ogni cosa, con questa frase non voglio essere banale o venale, ma semplicemente introdurre l’argomento di questa mia lettera da Zanzibar.
Per chiunque Zanzibar è come già detto molte volte il paradiso, il luogo dei sogni, ” tu si che sei fortunato a vivere qua ” tutti te lo dicono, non so quante volte ho sentito questa frase, e altrettante volte, non so quante, la mia risposta è stata ” ma vaffanculo “.

Le spiagge sono bianche, il mare cristallino, c’è il sole quasi sempre e si vive in una sorta di primavera/estate perenne, ma… molto spesso o spesso la realtà è differente.
Le nostre scelte molte volte portano la nostra vita in giro per strade e direzioni che proprio non erano quelle che avevamo scelto.

Conosciamo gente nuova e spesso ci innamoriamo facciamo nuove esperienze e a volte perdiamo, falliamo, ma siamo Italiani e siamo da sempre intraprendenti e coriacei, siamo abituati a inventare e creare in tutti i campi, NOI abbiamo avuto il Rinascimento cosa che a tutti gli altri è mancata e che spesso ne soffrono un po.

Vivere in paradiso ha un prezzo, un prezzo salato come l’acqua del mare. No si vive in paradiso senza pagare lo scotto e non parlo di una vita devota o fatta di opere di carità, parlo di una vita che cambia di colpo, di amici ” persi ” e affetti interrotti, parlo di cose e gesti semplici, quotidiani che verranno a mancare, parlo di non potere più andare al bar del paese per bere un bianco spruzzato alle sei di sera con qualche amico, trovare gli amici di sempre e bere un espresso alla una prima di andare al lavoro, parlo dei saluti per strada e delle chiacchihere fatte seduti su una panchina al parchetto o delle feste di paese con la salamella, delle castagnate con il vin brulè e delle cene in baita. tutto questo finisce, finisce anche quella simpatia con quella tipa che tanto ti piaceva e che ora non vedrai più.

Il paradiso ha anche un prezzo in amore, se sei ancora fortunato ad avere una famiglia, la vedrai sempre meno, fino a quando non la vedrai veramente più, perdendoti molti bei momenti insieme. Altrimenti se hai una relazione e lei non può seguirti stai sicuro che la perderai, la sua famiglia,il mutuo, le rate della macchina, faranno si che lei ti dovrà lasciare. In pochi giungono in paradiso con la propria compagna, sono molto pochi, anzi pochissimi i fortunati a poterlo fare, ma qualche volta capita.

Lasci anche tutto il tuo micro mondo che avevi in casa, i tuoi libri, gli oggetti che hai collezionato, la tua fottuta collezione di vinili, molti dei tuoi vestiti trai quali le giacche pesanti i cappotti che non metterai mai più, lascerai anche il tuo amato cane e quel rompicoglioni di gatto che però tutto sommato ti faceva ridere quando gli prendeva la matta e correva come un pazzo per casa.
Lasci le stagioni che cambiano, la neve sarà solo un ricordo e la vedrai solo quando qualche amico la posterà sui social, lasci la nebbia e la brina pungente del mattino che ti fa alzare le spalle e il collo del paltò, lasci la primavera che esplode di colpo seguita dall’estate e lasci anche quelle splendide giornate passate al lago a fare il bagno, con conseguente grigliata e birra messa in fresco nell’acqua a riva.

Mentre all’inferno ci finiamo per degli sbagli fatti, in paradiso ci veniamo di proposito, lo cerchiamo e lo desideriamo. Ci frega solo qualche volta la nostalgia, ma solo se sei un duro dentro o coltivi un obbiettivo ben determinato riesci a resistere in paradiso, ne ho visti molti cedere e ritornare alla loro routine quotidiana, il paradiso a lungo termine non è per tutti, bisogna essere realistici e capirlo, molti mollano il colpo dopo un anno o due.

Forse se ci si pensa bene il paradiso è ovunque, basta amare o desiderare un posto, caldo o freddo che sia. basta stare in pace con se stessi e con chi ti sta attorno.
L’insofferente cronico non starà bene da nessuna parte, il viaggiatore sta bene ovunque !
Per mio conto e comunque vadano le cose, il Paradiso quello vero ” può attendere “!

Enzo Santambrogio
Zanzibar 06/02/2020

CATEGORIES
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.