Mattel lancia la bambola senza sesso, scattano le polemiche!

Dopo aver lanciato Barbie di ogni tipo, la Mattel si distingue ora per aver creato la prima linea di bambole senza genere che possono essere modificate e personalizzate da ogni bambino.

Anche Mattel che, almeno in passato, con le sue creazioni ha proposto uno stereotipo di genere molto netto tra la biondissima e tradizionale Barbie e il palestrato Ken, si sta evolvendo.

Dopo aver lanciato una serie di Barbie più alternative al passo coi tempi (vi ricordiamo ad esempio quelle ispirate alle grandi scienziate, alle donne realizzate in diversi campi o la Barbie calva) si è lanciato nella realizzazione di bambole senza genere.

In pratica la nuova linea propone bambole che possono essere sia maschio che femmina.

Mattel definisce le “Creatable World” (così sono chiamate) le prime bambole neutrali in quanto a genere, progettate per liberarsi dalle etichette e coinvolgere tutti (#AllWelcome è l’hashtag utilizzando nella campagna promozionale).

Insomma una sorta di bambola inclusiva che l’azienda spera riesca a cancellare i tradizionali tabù di genere.

“I giocattoli sono un riflesso della cultura e mentre il mondo continua a celebrare l’impatto positivo dell’inclusività, abbiamo sentito che era tempo di creare una linea di bambole priva di etichette”, ha dichiarato Kim Culmone, vicepresidente senior di Mattel Fashion Doll Design.

CATEGORIES
TAGS