“MEXICOMO” con grandi musicisti – Sabato 13 dicembre allo Spazio Gloria di Como

“MEXICOMO” con grandi musicisti – Sabato 13 dicembre allo Spazio Gloria di Como

The Infinite & The Autogrill VOL. 1 è il titolo del nuovo disco del cantautore canadese Bocephus King che sta ultimando proprio in questi giorni in Italia con una super band con tanti assi come Mario Arcari (Ivano Fossati, Fabrizio De Andrè) ai fiati, Alex Kid Gariazzo (Treves Blues Band) alle chitarre e Raffaele Kohler alla tromba.

Un disco rock, folk e soul, con una solida produzione e sonorità che spaziano dal primo Van Morrison ai Rolling Stones e con un tributo ai cantautori italiani Fabrzio De Andrè (Creuza de Ma) e Ivan Graziani (Lugano Addio), tradotti in inglese da Bocephus King.
Una grande novità è la voce femminile, presente in tutte le canzoni, che rimanda a Emmylou Harris con Dylan a metà degli anni settanta.
Qui è una sorprendente e giovanissima vocalist di Bergamo, Claudia Buzzetti.
Questa incredibile band accompagnerà Bocephus King in due live shows prima di fare ritorno in Canada.

Venerdì 13 dicembre allo Spazio Gloria di Como per un concerto di beneficienza finalizzato alla raccolta fondi a favore della ricerca contro la fibrosi cistica (ore 21, ingresso libero con offerta).

Oltre a Bocephus King sul palco anche il cantautore canturino Andrea Parodi col nuovo progetto tex-mex Borderlobo in versione full band, il fisarmonicista Flaviano Braga, il ballerino messicano Ollinatl Contreras e lo storyteller Giuseppe Guinn.

“Sarà una grande serata di festa e l’occasione per ascoltare in anteprima le canzoni del nuovo disco di Bocephus King.

Abbiamo avuto la fortuna di trovare uno studio di registrazione fantastico, a Meda, lo Shelter Recordings Studio di Matteo Tovaglieri. Si parlerà molto di questo disco e a febbraio Bocephus King tornerà in Europa per presentarlo. Andremo a suonare anche a Barcellona per il Club Tenco.

Questa band è pazzesca, Mario Arcari e Kohler sono una sezione fiati atipica, emozionante, è bellissimo vedere Bocephus così eccitato sul palco a suonare con loro. Mi ha riportato ai tempi dei Rigalattos, quando venne in Italia la prima volta nel 1999, esattamente 20 anni fa.

Quell’anno a pochi giorni di distanza vidi per la prima volta Springsteen con la E Street Band e Bocephus King coi Rigalattos. Furono due esperienze devastanti entrambe per la stessa energia e coinvolgimento. E mi sento di dire che con questa band di oggi siamo finalmente tornati a quei livelli.

Questo disco e questo concerto sarà una grande sorpresa per tutti.”

CATEGORIES
TAGS
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.
Powered by