PONTE LAMBRO: Sono Andrea, il centauro che resuscita le biciclette

PONTE LAMBRO: Sono Andrea, il centauro che resuscita le biciclette

Ci hanno segnalato una persona amante delle moto che però si distingue per la fantasia e la maestria nel restauro e nel riciclo di vecchie biciclette.

Sabrina Oriani lo ha raggiunto per noi a Ponte Lambro e gli ha chiesto di raccontarci questa sua passione.

Buongiorno Sabrina ed un saluto alla redazione di Brianza Web che seguo già da tempo, sono Andrea Bilotta ed ho iniziato a restaurare biciclette quasi per gioco, una dozzina di anni fa.
Se devo essere sincero sin da piccolo ho sempre avuto una buona dose di ingegno e manualità, infatti ricordo che mi piaceva smontare e rimontare gli oggetti.

Comunque tornando alle biciclette, ho cominciato perchè con il lavoro che svolgo mi capitava spesso di trovare dei telai o delle vecchie bici destinate al rottame.
Ma come spesso dico fino a quando una bicicletta non è seppellita non è morta io sono in grado di ridarle una nuova vita.

Da li ne ho restaurate e ricostruite a centinaia, per la maggior parte regalate ad amici e conoscenti.

I progetti che mi hanno dato soddisfazione sono tanti, ma tra questi ne cito un paio, il primo è quello di aver realizzato una bicicletta per una persona che ad un certo momento della sua vita ha dovuto cambiare tutto ritrovandosi in una condizione di disabilità.

Quando mi contattò mi disse che aveva cercato una bici adatta alla sua situazione ma i prezzi di un mezzo personalizzati erano altissimi, quindi mi misi a tagliare saldare molare avvitare e verniciare fino a quando un bel giorno portai la bici a tre ruote fino a Varese dove viveva questo signore.
E li mi accorsi di aver fatto una cosa molto importante che riempiva di gioia lui ma soprattutto me.

Il secondo progetto particolare fu quello di realizzare da una telaio di una vecchia Graziella una nuova bici dotata di forcelle ammortizzate, di un cambio ma soprattutto di un telaio che si poteva piegare in tre parti rendendola molto comoda da trasportare.
La persona a cui la detti dopo una decina di giorni me ne commissionò dieci uguali, io rifiutai ma fui molto soddisfatto.

Amo Sporcarmi le mani, tagliare martellare saldare anche sulle moto, ma reputo di riuscire a dare il meglio di me con le biciclette.

CATEGORIES
TAGS
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.
Powered by