SE CI PASSI DAVANTI: Tutti i lavatoi nel Comune di Erba

SE CI PASSI DAVANTI: Tutti i lavatoi nel Comune di Erba

Lavatoio di Via XVIII Marzo
Ampio Lavatoio con tetto a capriate sorretto da pilastri in cemento. Architrave e travi di sostegno presumibilmente ottocentesche. Restaurato nel 2004.
Situato nei pressi del cimitero di Arcellasco.


Lavatoio di Via Tommaseo
Il lavatoio è unito alla fontana che lo alimenta all’ingresso della strettoia di San Bernardino; l’edificio, esistente anche prima, fu ristrutturato e ampliato nel 1889 e poi rifatto presumibilmente nella seconda metà del Novecento dal momento che vasca, soffitto e sostegni sono in cemento.
Situato nella località della frazione di San Bernardino


Lavatoio di Via Mascagni a Carpesino
Ristrutturato e ampliato sul preesistente agli inizi degli anni Quaranta nel Novecento.
Arcellasco, Via Mascagni a Carpesino lungo la Roggia Molinara.


Lavatoio di Via Brugora frazione Arcellasco
Costruito intorno al 1942/1943 dopo l’abbattimento del preesistente lavatoio che si affacciava sulla via XXIV Maggio. Oggi è chiuso da pannello di legno ed è inagibile.
Località Brugora in frazione di Arcellasco



Lavatoio in Prevalle

Scoperto, raso terra, lungo il torrente in località Prevalle. Vi si accede dalla pedonale detta La Busa.

Il suo utilizzo fu interdetto dalle Autorità comunali nel 1917 per motivi igienico-sanitari.
Situato sulla strada della Busa a Mevate.


Lavatoio in piazza Castello
Edificio ricostruito nei primi anni ’40 del ‘900 dopo l’abbattimento del preesistente coperto.
Ultimo restauro eseguito nel 2004.
Erba, piazza Castello (già piazza Scaffa)



Lavatoio in Incino

Il lavatoio, risalente al 1891, fu distrutto dal bombardamento del 30 settembre 1944, ma rimase integra la vasca; la struttura venne subito ricostruita.
Negli anni Ottanta del Novecento il lavatoio fu inglobato in un nuovo edificio sorto sul terreno adiacente: abbattuti tetto e struttura muraria, è stata conservata la vasca originale in serizzo, circondata ora da moderne vetrate.
incrocio di via San Rocco con Via Turati



Lavatoio di Villincino
Lavatoio coperto.
Successivamente alla sua costruzione, risalente al 1895, l’edificio venne ristrutturato una prima volta agli inizi degli anni Quaranta del Novecento.
L’ultima ristrutturazione è del 2004, quando fu applicata una grata metallica a protezione.
Situato all’uscita della Posterla della Contrada di Villincino.


Lavatoio di Parravicino
Struttura restaurata, primi anni ’40 del’900.
Parravicino (sotto villa Lado), Via Campolasso



Lavatoio di Parravicino (Via C.Cantù)

Struttura restaurata metà Novecento, si trova a Parravicino (Casiglio), via C. Cantù



Lavatoio di Crevenna
l’attuale lavatoio è l’ampliamento del preesistente, molto ampio, la vasca poggia su una piattaforma in cemento ed è addossata al muro , conserva una lastra originale ottocentesca in serizzo.
Situato a Crevenna, P.zza S.M. Goretti, lungo il torrente Bova.



Lavatoio di Cassina Mariaga località Bindella

Lavatoio all’aperto, scoperto di piccole dimensioni. Abbastanza buona la conservazione della vasca.
Situato in via I Maggio a Bindella.



Lavatoio di Cassina Mariaga, frazione Morchiuso Via Biffi
Struttura e vasca molto ampi, sicuramente ristrutturato e ampliato nella seconda metà del Novecento : Il locale della fontana è separato con un muro dalla zona lavanderia .Situato in via Biffi a Bindella, frazione Morchiuso.



Lavatoio di Buccinigo
Struttura costruita nel 1942 dopo l’abbattimento del vecchio lavatoio risalente alla I^ metà dell’Ottocento posto in altra posizione.
Situato in via Corti a Buccinigo.


Lavatoio di Boccogna (Erba Alta)

Struttura piuttosto piccola, con lastre soffitto e sostegni in cemento, presumibilmente restaurata nella seconda metà del Novecento.
Posto all’incrocio di via Bassi con via Como, dietro la fontanella sulla strada.


Lavatoio della Rovere

Edificio coperto, già presente negli anni Trenta dell’Ottocento, con la caratteristica della vasca raso terra per il lavaggio in ginocchio sulla “predela”.Ultima ristrutturazione nel 2004.
Situato ad Incino, Piazza della Rovere.

 

 Fonte per i testi Alberta Chiesa

Foto di Alberto Bionda e Morena Rigamonti.

CATEGORIES
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.