SE CI PASSI DAVANTI: Villa Carcano ad Anzano del Parco

SE CI PASSI DAVANTI: Villa Carcano ad Anzano del Parco

La villa Carcano, ad Anzano del Parco, si estende su una collina ed è rivolta verso il lago di Alserio, le Grigne e il Resegone. È circondata da un parco ricco di flora e fauna.

La villa fu eretta nel 1810 su progetto di Leopoldo Pollack in uno stile neoclassico che ne accentua il carattere romantico. Accanto alla villa abitata furono costruiti numerosi elementi d’arredo tra cui edicole, un teatro di verzura e una ghiacciaia.

L’edificio ha il seguente sviluppo:

– Piano terra: è la zona giorno dove i proprietari trascorrevano la maggior parte del loro tempo. Lungo l’asse maggiore si trovano il locale di ingresso e un locale di distribuzione che dà accesso alla scala al lato nord e a una sala con quattro colonne ioniche che precedono il luogo più importante della villa, il salone, scandito da tre navate.
– Piano nobile: piano dove sono presenti le camere da letto dei proprietari ed eventuali ospiti.
– Terzo piano: è suddiviso in camere di piccole dimensioni.
– Piano interrato: erano e sono tuttora presenti le cantine e altri locali. Pollach miscelò diversi stili. Il salone ovale caratterizzato da esempi tardo barocchi francesi e austriaci, con l’uso di elementi formali riconducibili al neoclassico, le varie nicchie nella parte esterna della villa per ospitare grandi o piccole statue.

Storia
I Carcano erano presenti dal primo Seicento e, dove avevano sviluppato un’importante attività agricola su terreni che si estendevano molto oltre i confini del parco attuale, hanno investito molto sul lavoro arrivando a controllare circa i 2/3 dei terreni circostanti alla zona.

Nel 1793-94 il marchese Alessandro Carcano fece edificare una villa in stile neoclassico, progettata dall’architetto Leopoldo Pollach, la villa Carcano.

Monumenti ornamentali di villa Carcano
Fu edificata una grande villa circondata da un parco paesaggistico e botanico. La villa negli anni del 700/800 era abitata da Camillo, Cesare e Emilia Carcano, feudatari di Anzano. Questa famiglia ha investito molto sulla costruzione delle ville extraurbane per intraprendere un’attivita di urbanizzazione delle campagne.

Il marchese Carcano andava spesso a Cremnago al palazzo dei nobili Perego per le partite a scacchi oppure solamente per chiacchierare.
La strada che collegava i due paesi era scomoda e non frequentata.
All’interno del parco della villa sono state rinvenute lapidi di tombe dell’epoca romana.

 

CATEGORIES
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.