VILLA CARLOTTA: Gli eventi di Gennaio e febbraio dopo una stagione da record

VILLA CARLOTTA: Gli eventi di Gennaio e febbraio dopo una stagione da record

Tremezzina – Numeri da record per la stagione 2019 di Villa Carlotta che chiude con 233.691 visitatori in 232 giorni di apertura. Un numero sempre in crescita con un incremento del 2,23% rispetto al 2018 i visitatori sono stati 228.590.

E, in attesa della riapertura ufficiale di marzo, Villa Carlotta ha già in programma una serie di eventi per apprezzare il museo e il parco anche in inverno.

Venerdì 17 gennaio
alle 14.30 con la visita “Le piante simboliche nel giardino d’inverno”. Le piante, nostre antenate nella storia evolutiva del pianeta, fonte di materiali, cibo, medicine, elemento di ispirazione nell’arte, hanno ispirato illuminazioni simboliche, leggende, proverbi, poesie, opere d’arte e usanze. Passeggiamo per il parco, nel momento del suo riposo, e scopriamone alcune.

L’evento verrà confermato al raggiungimento di min. 10 persone (conferma entro mercoledì 15 gennaio). Costi: Adulto euro 10,00; Bambini fino a 10 anni gratis; Bambini dai 10 anni: euro 6,00.

Venerdì 14 febbraio
dalle 18.30, invece, visita e degustazione “San Valentino con Romeo e Giulietta”: quale luogo migliore di Villa Carlotta per celebrare il giorno più romantico dell’anno? A Villa Carlotta vi racconteremo incredibili storie d’amore celebrate dalla letteratura e immortalate per sempre nel marmo e sulla tela dalle mani sapienti di famosi artisti. Un viaggio emozionante attraverso capolavori assoluti della storia dell’arte…ovviamente da vivere in due!

A seguire, aperitivo. Costo: 35,00 euro a persona. Evento attivabile con un numero minimo di 5 coppie.

Venerdì 28 febbraio
alle 14.30 visita tematica “Incontra il giardiniere”. Consigli e segreti in giardino dalla voce di un giardiniere che da anni si prende cura di essenze botaniche provenienti da ogni dove. Organizzare il proprio giardino secondo le stagioni e attivare buone pratiche di manutenzione è solo una parte di quello che vi sveleremo!

Costi: euro 10,00. Evento attivabile con un numero minimo di 10 persone

Prenotazione: www.villacarlotta.it
Informazioni: 0344 40405
eventi@villacarlotta.it

 

Villa Carlotta, museo e giardino botanico a Tremezzina (Lago di Como)

Oltre trecento anni di grande collezionismo connotano la storia di Villa Carlotta, dove l’arte dialoga con la natura in un contesto paesaggistico di grande fascino. Affacciata sulle rive del Lago di Como la Villa venne edificata alla fine del Seicento dai marchesi Clerici di Milano. Nel 1801 la proprietà passò a Giovanni Battista Sommariva, un grande collezionista di opere d’arte, in particolare di scultura, che acquistò una serie di capolavori dei maggiori artisti della sua epoca, trai quali Antonio Canova, Berthel Thorvaldsen e Francesco Hayez.

Nel 1843 la villa fu venduta dagli eredi Sommariva alla principessa Marianna di Prussia che, nel 1850, donò la dimora alla figlia Carlotta in occasione delle sue nozze con il duca Giorgio II di Sassonia-Meiningen. Nonostante la precoce scomparsa della principessa Carlotta nel 1855, Giorgio II continuò a frequentare la dimora sul Lago di Como arricchendo il parco di numerose essenze botaniche rare che si possono ammirare ancora oggi. Nel corso della Prima Guerra Mondiale la villa venne confiscata dallo Stato italiano e affidata in gestione all’Ente Villa Carlotta, istituito con Regio Decreto nel 1927.

Villa Carlotta non è solo arte ma è anche un luogo dove è possibile trascorrere una giornata immersi nella natura. Il suo parco (circa otto ettari visitabili) è luogo di grande fascino, non solo per la posizione panoramica particolarmente felice, ma anche per l’armonica convivenza di stili, la ricchezza di essenze, le suggestioni letterarie che ne fanno una meta imperdibile per chi giunge sul Lago di Como.

Dell’età seicentesca resta l’ampio giardino all’italiana con alte siepi a taglio geometrico, parapetti a balaustrate, statue e giochi d’acqua; del periodo romantico è ancora percepibile la struttura del giardino all’inglese, ricco di alberi pregiati di proporzioni eccezionali e di scorci di grande suggestione; alla fine del XIX secolo risale invece la grande architettura vegetale delle imponenti masse di rododendri, azalee e di specie rare, che fanno del parco di Villa Carlotta un vero e proprio giardino botanico.

 

CATEGORIES
TAGS
Se hai bisogno informazioni o vuoi proporre una storia da pubblicare puoi farlo da qui.
Powered by