Web Advertising

Google AdWords, Facebook Ads e Molto Altro Ancora


L’offerta di advertising pay per click proposte dai grandi player di internet (social, portali e motori di ricerca) è molto ampia e articolata: Google Adwords, Facebook Ads solo le soluzioni più conosciute, ma è possibile anche utilizzare Twitter Ads o Linkedin Ads e molte altre piattaforme.
Come orientarsi nella scelta e nel budget d’investimento?

A parità di budget quale può offrire un ritorno migliore?
Prima di effettuare una scelta c’è da chiedersi innanzitutto dove è possibile trovare il nostro target?
Il nostro obiettivo è rendere noto il nostro brand o puntare direttamente sulla vendita dei nostri prodotti o servizi?
Gli utenti a cui ci rivolgiamo conoscono il nostro prodotto o prodotti simili? Stanno effettuando già delle ricerche relative?

Oppure stiamo proponendo qualcosa di molto innovativo di cui i nostri potenziali clienti non hanno ancora sentito parlare?

Google Adwords è la piattaforma sicuramente più completa da ogni punto di vista.

Sicuramente è molto famosa per la funzionalità Search: la creazione degli annunci sponsorizzati che appaiono nella SERP (la pagina dei risultati di Google che viene visualizzata dopo aver effettuato una ricerca) ma attraverso la stessa piattaforma è possibile gestire altri tipi di advertising come gli annunci illustrati nella rete display (siti partner di Google che ospitano banneristica in formati differenti) o gli annunci video TrueView di Youtube.

Adwords è una piattaforma molto potente ma vista la sua complessità potrebbe essere poco intuitiva per i meno esperti.

Per campagne più semplici da impostare e in particolare dedicate alle piccole attività ed esercizi commerciali, Google offre anche una modalità di advertising semplificata:

Adwords Express, dobbiamo sempre tener presente che per ottenere un ritorno massimo dal nostro investimento, dedicare tempo all’ottimizzazione della campagna è conveniente.

Anche Facebook Ads offre più possibilità di gestione delle campagne annunci: promuovere post, pagina ufficiale, o un nostro sito web semplicemente indicando il profilo e i settori d’interesse del nostro target oppure passare per una gestione più precisa delle offerte e delle varianti di annuncio attraverso la modalità Power Editor.

Seo o Advertising?

So cosa vi state chiedendo:un buon lavoro di SEO può rendere superfluo l’utilizzo di campagne di advertising a pagamento?

Direi che non si escludono e inoltre per un buon marketing in generale sarebbe bene sempre diversificare i canali di acquisizione clienti.

Analizziamo alcuni vantaggi delle campagne advertising:

I testi delle campagne sono spesso più commerciali, più orientati alle offerte e meno informativi quindi in genere chi clicca sugli annunci sponsorizzati è un utente più vicino all’acquisto.

Generare contenuti ottimizzati per i motori di ricerca porta un vantaggio a lungo termine mentre una campagna advertising è efficace anche nel breve termine e può supportare la nostra visibilità in periodi nei quali i nostri prodotti o servizi sono particolarmente richiesti.

Per gli annunci sponsorizzati è possibile utilizzare decine o centinaia di combinazioni di parole chiavi molto specifiche riferite a un settore commerciale se esistono volumi di ricerca relativi, se si volesse ottenere lo stesso risultato solo attraverso il lavoro di SEO occorrerebbero decine e decine di pagine distinte, ognuna indicizzata con quella combinazione di parola chiave.

Infine ma assolutamente importante le modalità di retargeting o remarketing: quando clicchiamo su un annuncio manifestando interesse per un certo tipo di comunicazione commerciale e poi di tanto in tanto ritroviamo lo stesso annuncio che ci viene riproposto.

Sia Google Adwords che Facebook Ads hanno la possibilità di impostare questa soluzione di marketing.